13. settembre 2017

Consigli sulla separazione

Richiesta

«Mi trovo attualmente in una situazione precaria. Mi sono separata da due anni e vivo in una casa che abbiamo costruito insieme. Abbiamo fatto molto da soli. Io mi occupo da sola della casa e del giardino. Mio marito viene raramente ed è di poco aiuto. Finanziariamente, non è stato regolato nulla. Questo mi infastidisce molto. Nel frattempo ho problemi di stomaco, di cuore e di respirazione. Io, in realtà, voglio vendere la casa. Mio marito è contrario. Voglio il divorzio.»

Incarico a Proitera

La Sig.ra A. vuole avere dettaglia su quale sia la loro situazione giuridica. Vuole affrontare il marito in modo più sicuro e parlare con lui del divorzio.

Intervento di Proitera

In una prima fase, abbiamo discusso la preoccupazione principale della Sig.ra A., ovvero la sua situazione giuridica e la procedura per la richiesta del divorzio. Successivamente, abbiamo raccolto le dichiarazioni sulla sua salute. Abbiamo identificato cosa le pesava sullo stomaco, le procurava palpitazioni e le toglieva il respiro. La Sig.ra A era in grado di rispondere, di fronte a specifiche domande, con affermazioni altrettanto chiare e precise. È risultato evidente che la Sig.ra si sentisse impotente di fronte al marito, che ci fosse una situazione irrisolta. Si sentiva insicura e in balia della situazione, e di fronte al marito non era mai in grado di trovare le giuste parole. Ciò la faceva arrabbiare con sé stessa. Nel corso delle consulenze, la Sig.ra A. si è resa conto che sentimenti e azioni sono direttamente correlati, e di conseguenza anche la comunicazione si era bloccata. Grazie alla dimostrazione di modelli di comportamento e alle possibilità di decentramento, è stato possibile modificare la natura della comunicazione. Sulla base del «principio di confronto secondo Jürg Willi», la Sig.ra A. è stata anche in grado di capire com’erano andate le cose. La comprensione di queste relazioni l’ha aiutata ad abbandonare i sentimenti di colpa che si erano formati e a ricostruire la sua autostima. Ciò ha creato le basi per un chiarimento costruttivo riguardo ai successivi passi da compiere. 

Risultato

Già dopo la prima conversazione, la Sig.ra A. ha iniziato ad approciare attivamente la situazione con suo marito. Ciò ha portato ad un significativo sollievo. I suoi problemi di salute erano scomparsi. Immediatamente, ha scoperto che il lavoro era più facile e di nuovo a portata di mano. Durante il colloquio conclusivo, ci ha spiegato che le conversazioni con Proitera hanno contribuito alla separarazione emotiva della coppia. Oltretutto, sono stati in grado di trovare il modo di parlare in maniera quasi amichevole. Dopo un’interruzione programmata della consulenza, la Sig.ra A. ha comunicato con piacere che il marito ora si occupasse concretamente di certi lavori per la casa. È emersa anche la possibilità di un possibile trasferimento del marito, dopo il pensionamento, in un appartamento separato al piano terra. Dal punto di vista della salute la Sig.ra A. stava di nuovo bene e non sentiva più alcuna pressione. Era particolarmente orgogliosa di poter percepire di nuovo “sé stessa”. La consulenza non ha portato al divorzio, ma ad una forma adattata di relazione dopo molti anni insieme trascorsi nel matrimonio.

Condividere questo articolo

Leggere altri articoli del blog

Millennials: ecco come funziona la Generazione Y sul lavoro

I millennials o millenari, detti anche Generazione Y o nativi digitali, sono adulti nati tra il 1980 e il ...

Per saperne di più
Pignoramento del salario: avete la vostra situazione finanziari sono sotto controllo?

Che cosa significa pignoramento del salario? Il datore di lavoro deve versare direttamente all’ufficio esecuzioni quella parte di salario ...

Per saperne di più
Quando arrabbiarsi fa bene – e quando può essere pericoloso

Non avere paura delle emozioni C’è chi grida quando si arrabbia. C’è chi rimane in silenzio e si rode dentro. ...

Per saperne di più
Stress: solo una questione psicologica – davvero?

Troppo stress fa ammalare. Potete evitarlo. „Stress? Solo una questione psicologica!“ Un’affermazione che le persone oberate dagli impegni si sentono ...

Per saperne di più
Tutti gli articoli del blog